Tag Archives: Virutalizzazione

ESXi aggiornamento da linea di comando

Aggiorniamo il nostro server ESXi da linea di comando.

Ci connettiamo attraverso SSH al server (ssh [email protected]) e controlliamo la versione installata:

esxcli system version get
 Product: VMware ESXi
 Version: 6.5.0
 Build: Releasebuild-4887370
 Update: 0
 Patch: 9

a questo punto abilitiamo le connessioni in uscita http:

esxcli network firewall ruleset set -e true -r httpClient

e vediamo quali versioni sono disponibili per l’aggiornamento:

esxcli software sources profile list -d https://hostupdate.vmware.com/software/VUM/PRODUCTION/main/vmw-depot-index.xml | grep ESXi-6.5

ESXi-6.5.0-20170304101-no-tools VMware, Inc. PartnerSupported 2017-04-07T06:05:06 2017-04-07T06:05:06
ESXi-6.5.0-20170104001-no-tools VMware, Inc. PartnerSupported 2017-04-07T06:05:07 2017-04-07T06:05:07
ESXi-6.5.0-4564106-no-tools VMware, Inc. PartnerSupported 2016-10-27T05:43:44 2016-10-27T05:43:44
ESXi-6.5.0-20170304001-standard VMware, Inc. PartnerSupported 2017-04-07T06:05:06 2017-04-07T06:05:06
ESXi-6.5.0-20170301001s-no-tools VMware, Inc. PartnerSupported 2017-04-07T06:05:07 2017-04-07T06:05:07
ESXi-6.5.0-20170404001-standard VMware, Inc. PartnerSupported 2017-04-07T06:05:06 2017-04-07T06:05:06
ESXi-6.5.0-4564106-standard VMware, Inc. PartnerSupported 2016-10-27T05:43:44 2016-10-27T05:43:44
ESXi-6.5.0-20170404001-no-tools VMware, Inc. PartnerSupported 2017-04-07T06:05:06 2017-04-07T06:05:06
ESXi-6.5.0-20170304001-no-tools VMware, Inc. PartnerSupported 2017-04-07T06:05:07 2017-04-07T06:05:07
ESXi-6.5.0-20170104001-standard VMware, Inc. PartnerSupported 2017-04-07T06:05:07 2017-04-07T06:05:07
ESXi-6.5.0-20170301001s-standard VMware, Inc. PartnerSupported 2017-04-07T06:05:06 2017-04-07T06:05:06
ESXi-6.5.0-20170304101-standard VMware, Inc. PartnerSupported 2017-04-07T06:05:06 2017-04-07T06:05:06

La lista è limitata dal “grep ESXi-6.5” per essere un minimo più leggibile.

L’ultima versione disponibile è la “ESXi-6.5.0-20170404001-standard“.

La installiamo con il comando:

esxcli software profile update -d https://hostupdate.vmware.com/software/VUM/PRODUCTION/main/vmw-depot-index.xml -p ESXi-6.5.0-20170404001-standard

A questo punto è necessario un riavvio.

Dopo il riavvio dell’host controlliamo la versione installa:

esxcli system version get
 Product: VMware ESXi
 Version: 6.5.0
 Build: Releasebuild-5310538
 Update: 0
 Patch: 19

🙂

Comments ( 0 )
Terminal-icon-shell-linux-unix

KVM Spegnere macchine windows da linea di comando o script

KVM utilizza l’ACPI per inviare un segnale di power-off alle macchine virtuali windows.

Per essere sicuri che questo comando venga correttamente “onorato” dobbiamo:

  • Assicurarci che l’ACPI sia abilitato nella configurazione della VM
  • Effettuare il login nella VM guest Windows e lanciare il Group Policy Object Editor (gpedit.msc)
  • Cercare la seguente chiave ed impostarla ad “abilitata”:
    Security Settings\Local Policies\Security Options\Shutdown:Allow system to be shut down without having to log on
  • Se volete effettuare lo shutdown della VM anche se c’è un utente connesso prendete il seguente testo, copiatelo in un file chiamato ShutdownWarningDialogTimeout.reg ed aggiungetelo al registro:
    Windows Registry Editor Version 5.00
    [HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Windows]
    "ShutdownWarningDialogTimeout"=dword:00000001

adesso potete “virsh shutdown Dominio”!

Comments ( 0 )

Debian e qemu/libvirt per la virtualizzazione

Appunti sulla virtualizzazione con debian/64 e qemu/libvirt

Si parte da un’installazione classica (e leggerissima) di GNU/Debian 64 bit.

Il partizionamento di base prevede una partizione di boot da 350MB circa e il resto del disco (o del sottosistema MD) come volume LVM.
La partizione di root è 7,4GB
Lo swap è almeno il doppio della ram.

Se non lo avete ancora fatto, installate le bridge utils:

apt-get install bridge-utils

Per la rete si crea un bridge su cui si connette poi la ethernet fisica (eth0 in questo caso) e su cui si connettono poi le ethernet delle VM:

/etc/network/interfaces
auto lo
iface lo inet loopback
# The primary network interface
auto br0
iface br0 inet static
  address 192.168.1.1
  netmask 255.255.255.0
  network 192.168.1.0
  broadcast 192.168.1.255
  gateway 192.168.1.254
  bridge_ports lan
  bridge_stp on
  bridge_maxwait 0
  bridge_fd 0

Per installare tutto basta:

apt-get install qemu-kvm libvirt-bin virtinst

Per avviare l’installazione di una vm (in questo caso chiamata “monit”) dobbiamo semplicemente creare un disco per la vm:

lvcreate -L8G -n vmdisk-monit vol
oppure
lvcreate --size 4G --name vm-disk vol

A questo punto, avendo creato il disco, possiamo creare la VM:

virt-install -d --name=monit --ram 512 --vnc :0
--disk path=/dev/vol/vmdisk-monit --network=bridge:br0
--os-type=linux --cdrom /ISO/debian-6.0.3-amd64-CD-1.iso

a questo punto per connettervi con VNC alla console dal vostro pc/client potete:

ssh [email protected] -L 5900:127.0.0.1:5900
vnc localhost:0

alcuni comandi utili per la gestione delle vm:

virsh start monit
virsh setvcpus monit 1

se ci sono problemi con il disco appena creato (non riconosciuto):

virsh pool-refresh vol

Per riferimento esistono diversi sistemi per la gestione:

http://archipelproject.org/
http://pve.proxmox.com/

🙂

Comments ( 0 )